ABITAZIONE PRIVATA A BALLABIO
Ballabio, Lecco
2013

Camminando lungo la via Provinciale è possibile scorgere, contenuto dalle montagne, che dalla Grigna al San Martino gli fanno da cornice, un edificio in grado di catturare l’attenzione. Nulla ha di straordinario anzi è forse la normalità ciò che lo definisce.

Il linguaggio espressivo utilizzato, legato a elementi tipologici tradizionali, ricolloca il volume esistente nell’insieme, al punto che l’edificio stesso diventa punto di interesse e chiave di lettura del contesto eterogeneo cui appartiene. Si ritrova nella costruzione l’uso del legno, della muratura cieca, della copertura a capanna, materiali e forme che l’occhio scorge sull’orizzonte definito nel fondovalle di questo paese. Il legno avvolge il fusto strutturato della costruzione, se ne distacca quanto basta per non soffocare ciò che contene. E’ una vegetazione, un articolato disegno organico quanto può esserlo la chioma generosa di un grande albero. Ed è proprio la metafora dell’albero lo strumento che l’edificio mette in campo per sostenere le funzioni che all’interno sono previste vengano svolte.

inserimento_4_full

inserimento_3_full

inserimento_2_full

inserimento_1_full

SCHIZZO_full

 

CREDITI

Progetto: Giorgio Melesi